Lo staff

 Valeria_Yoga_Surya

Valeria    

                         Maestro 
       Diploma Nazionale Certificato

                     C.S.E.N.- N ° 61.113
               Y.A.N.I.  Ass.Naz. Ins. Yoga
                         YOGALLIANCE

  yoga logo-final with TMyoga-alliance-italia-eryt1500yoga logo-final with TM  

Profilo Pubblico (italiano)

Public Profile (English) 

 

 


 

Staff_yoga_surya

 

 

 

 Francesca 

Insegna Naturopatia e Floriterapia da molti anni in Associazioni e al centro “Olos” collegato con la Scuola alberghiera di S.Pellegrino (Bg).
Ha conseguito i seguenti riconoscimenti:
Diploma di Naturopatia – quadriennale – (Alimentazione naturale, Intolleranze ed allergie alimentari , purificazione dei fluidi corpori) – lstituto Riza  Psicosomatica
Diploma di Floriterapia – biennale – Istituto Riza  Psicosomatica
Seminari di specializzazione di floriterapia australiana –  Ian White presso “Green Remedies” di Verona.

Per domande e informazioni : FILO DIRETTO CON L’ESPERTO
clicca qui http://naturopatia.webatu.com

 


 

foto federica

 

 

 

 

Federica 

Laurea in scienze e tecnologie alimentari all’ università degli studi di Milano.
A disposizione del Club per consigli e suggerimenti, promuove serate a tema sull’applicazione delle diverse tecniche di CONSERVAZIONE a cui vengono sottoposti gli alimenti per preservarne il più a lungo possibile le caratteristiche originali. Impedire i processi di alterazione è di fondamentale importanza per rendere il cibo più sicuro, comodo ed appetitoso ma soprattutto per la sicurezza sotto il profilo igienico.
Gli alimenti lasciati all’aria e soprattutto a temperatura ambiente subiscono, presto o tardi, modificazioni delle loro caratteristiche organolettiche: alterazioni del sapore, del colore, dell’odore, e della consistenza. Alimenti non adeguatamente protetti possono essere causa di disturbi e malattie, che colpiscono più frequentemente l’apparato digerente. Per evitare tali inconvenienti e mantenere gli alimenti per un periodo più lungo, è quindi necessario conservarli in modo adeguato.
Le tecnologie alimentari utilizzate oggi, hanno permesso di utilizzare una maggiore varietà della nostra riserva alimentare prevenendone il deterioramento precoce.
La scelta e la conservazione alimentare è basilare per la salute ed un stile di vita consapevole e sano.


FOTO ASTEN

 

 

 

 

 

 

 

 Asten

Avendo frequentato scuole artistiche conosco molto bene le tecniche pittoriche, tempera e acquarello,
i materiali come la creta e il gesso e quelli riciclati come la cartapesta e la plastica…
Mi piace creare nuove tecniche a seconda degli stimoli che derivano dall’ambiente in cui sto operando.
Dal 2003 lavoro per il gruppo GEAP e PALLA ROVESCIATA come conduttrice e responsabile di gruppi sia nella scuola dell’infanzie che in quella primaria, in attivita’ psico-espressive
Dopo aver frequentato per molti anni scuole di yoga, mi sono dedicata ad organizzare corsi per bambini, attività che mi gratifica ed appassiona molto, perché ricca di stimoli culturali, intellettuali e relazionali.
Frequento corsi di completamento per master di specializzazione in yoga therapy con la collaborazione dell’istituto Yoga di Ayush (ora Ministero autonomo Indiano di Ayurveda, Yoga e terapie naturali) e il patrocinio del dipartimento di scienze motorie facoltà di medicina dell’università di Parma.


 

 

Marco

Dottore in Fisioterapia e diplomato in Osteopatia.
In continuo aggiornamento, ha partecipato a diversi corsi di specializzazione, sia in ambito fisioterapico che osteopatico, tra cui:
“ Principi di clinica funzionale e trattamento primario in traumatologia dello sport”
“ Corso pratico di bendaggio funzionale mano-caviglia”
“ Terapia Manuale Orthopaedic Manual & Manipolative Therapy” I° modulo
“ Corso di Kinesio-taping”
“ Manipolazione Fasciale I° Livello
” Manipolazione Fasciale II° livello”
“ Manipolazione a leva corta rachide cervicale, toracico e lombare”
“ Corso pratico di Perfezionamento per Osteopati”
“ Corso Strutturale Tecniche AVBA” “Terapia manuale Viscerale-Apparato digerente”
Ed altri corsi minori.

A disposizione del Club per valutazioni posturali, consigli, suggerimenti ed eventuali trattamenti in caso di necessità.

 


 

 

 

Foto Sabine

 

 

 

Sabine

Master Reiki (dal 03 luglio 2010 con attivazione ricevuta in Italia da Tino Noris – Master Reiki).
Ho sperimentato e imparato tante tecniche diverse (remote healing, tecniche di preghiere/ incantesimi antichi conosciuti e trasmessi da generazioni in Germania, sciamanesimo, pranic healing, respirazione olotropica, costellazioni familiari ecc.).
Poi la voglia di migliorare mi ha portato allo studio di sistemi energetici che vengono trasmessi soprattutto a distanza (“telepaticamente”). Ho ricevuto numerose attivazioni da parte di insegnanti Master Reiki come Elisabetta Migliarini e Silvia Meerle Opali Dentler, Susanne Funke, ma anche direttamente dai fondatori di sistemi che sono Master Reiki di fama internazionale come Mariah Windsong Couture, Linda Colibert (DaelynWolf), Ellen Stamer e Ole Gabrielsen. Inoltre sono iscritta dal 2014 in America con l’abilitazione di usare e trasmettere i sistemi del Lightarian Instutes.

Ciò che pensa di Reiki:
Credo di essere stata sempre molto fortunata nella mia vita. Ho vissuto pendolando tra alti e bassi, un po’ come tutti. Arrivando però ogni volta alle sfide della mia vita, ho sentito sempre di ricevere una “mano”, chiamiamola “divina” o chi non è credente troverà un’altra parola.
Il Reiki l’ho incontrato proprio così, proprio in un momento di quelli quando ci si chiede: “Ma perché proprio a me.” “Cosa ho fatto per meritarmi questo.” Ero arrivata nel mio abisso più profondo. Tutto era arrivato insieme, problemi in famiglia, al lavoro e problemi fisici. Soffrivo di un mal di schiena da vedere le scintille e stavo diventando una specie di Zombi per colpa di questo dolore atroce che mi limitava non solo nei miei movimenti, ma che arrivava fino ai pensieri che si offuscavano con velocità crescente. Questo ancora di più dopo il verdetto del dolore a vita da parte del mio medico. “Signora, lei ha un’ernia. Sono danni che non si riparano. Deve dimagrire, smettere di correre e di andare in bici. E adesso le preparo la ricetta per un antidolorifico.” I mesi passavano e le speranze di miglioramento svanivano ancora di più quando mi accorsi che questi antidolorifici già non stavano più facendo effetto.
Poi improvvisamente è arrivata mia madre che mi disse: “Dai, quando vieni in Germania ti pago qualche seduta di Reiki. Vedrai che ti farà sentire meglio.” Non ne avevo mai sentito parlare e sinceramente ero più che scettica quando sia lei che mia sorella dicevano che c’era una signora che metteva le mani e poi dopo si stava bene.” Non sapevano spiegarmi cosa fosse questo Reiki e io non ci sarei mai e poi mai andata se mia madre non avesse insistita a volermi fare questo regalo. Ed è stato davvero un grande regalo, magico… straordinario. Dopo pochissime sedute il dolore si era attenuato e non avevo più bisogno di prendere medicine. Andavo in giro volando, stavo di nuovo con leggerezza sulle nuvole.
E così la mia decisione di fare il corso per il primo grado Reiki l’avevo presa subito dopo neanche due incontri. Non potevo ritornare in Italia senza averlo.
Ai tempi non mi rendevo conto della vera grandezza di questo regalo. Perché il Reiki non è uguale per tutti. Siamo tutti diversi e ognuno lo percepisce a modo suo. Può anche non piacerti per niente. Magari lo percepisci poco o non ti fa effetto e lo lasci perdere. Per me è diventato un grande sostegno, uno dei tanti possibili compagni di strada verso un obiettivo tanto difficile da raggiungere nella vita, quello dell’equilibrio.
Il mio Reiki non mi ha solo innescato le pulizie di primavera dentro di me; ha spazzato via il peso dell’inutile e superfluo. Possiamo pensare con la testa, la pancia, ma anche con il cuore. Ed è proprio l’avventura di imparare questo con piccoli passi giorno dopo giorno mi porta sempre di più a volermi bene, a vedere con rispetto e con il cuore tutto ciò che mi circonda. E mi fa girare intorno a quei cinque principi del Reiki che non valgono solo per chi ce l’ha. (Solo per oggi non ti arrabbiare, non ti preoccupare, sii riconoscente e grato. Fai tutto ciò che fai coscienziosamente e sii gentile con gli altri.) E regala magari un sorriso che è una carica di energia enorme e del tutto gratuita. Nonostante il grande trambusto che travolge ogni tanto la mia vita oggi trovo la calma e serenità interiore e mi lascio di nuovo trasportare dall’onda. Solo che questa volta non mi sento più di sbattere contro la roccia, mi fondo piccola goccia nel grande oceano della vita dove ogni cosa ha un suo perché. E per quanto percepisco il mio Reiki; per quanto ho sempre visto “la meravigliosa bellezza” in questa “energia universale” trovo che certi regali vanno condivisi. Perché siamo tutti fatti per ricevere e per donare. Già dal primo giorno della mia attivazione al Reiki (che era anche il giorno di compleanno del fondatore Usui, il 15/16 agosto 2008 in Germania da Karin Lotter – Master e terapeuta Reiki) sentivo il forte desiderio di essere piccolo canale per fare un gran bene a chi ha voglia di riceverlo.